Il giusto connubio tra tradizione ed innovazione: La Società Agricola CRL

Quando la passione incontra un’idea nascono dei veri e propri capolavori. La Società Agricola CRL ne è un chiaro esempio: è qui che la passione trasmessa dai più anziani ha incontrato le idee e le energie di un giovane di provincia. Situata in mezzo alle sinuose ed affascinanti colline scandalesi, nella zona del Marchesato Crotonese, l’azienda si estende su una superficie di circa 120 ettari. È su questa superficie che ogni mattina, dopo la mungitura, un pastore porta al pascolo circa 400 pecore sarde, principale risorsa dell’azienda. Una realtà a conduzione familiare che vanta un moderno impianto di mungitura, grazie al quale si riesce a garantire una qualità del latte molto elevata.

 

L’azienda ha fatto dell’aggettivo “biologico” il suo marchio di fabbrica, ottenendo varie certificazioni in merito. Prodotto di punta è il pecorino bio, che oltre ad essere una prelibatezza, se mangiato con rigore, è un’ottima fonte di proteine di alto valore biologico. Puntare sul bio è sicuramente una scelta coraggiosa considerando i costi e le dure norme che regolano tale produzione; in compenso la qualità dei prodotti e soprattutto il benessere degli animali, valgono il prezzo del sacrificio. Chi, come me, ha avuto l’opportunità di gettare uno sguardo in questa realtà, sarà rimasto sicuramente colpito dalla passione e dalla dedizione del giovane casaro Alessandro, nonché titolare. Il suo continuo impegno nel trovare il giusto connubio tra tradizione e moderne tecnologie d’impiego è contagioso. Questa azienda, inoltre, vanta non solo la produzione di formaggi biologici, ma anche di ortaggi, di olio di oliva e di carne, tutto rigorosamente biologico. 

 

È dunque con entusiasmo che invito chiunque passasse da queste zone a posare lo sguardo, come ho fatto io, su questa realtà. Rimarrete sicuramente stupiti dalla sua genuinità!

 

Per maggiori info sulle attività aziendali, visita il sito internet dell'azienda!

 

Carmine Noce

 


Scrivi commento

Commenti: 0