Dopo 30 anni di sovrapesca, il pesce spada che vive nel Mediterraneo si riduce del 70%

Secondo l'Iccat, il pesce spada presente nel Mediterraneo sta scomparendo, ed il fenomeno non è dovuto agli ipotetici cambiamenti climatici che stanno subendo le acque terrestri e di cui si sente sempre di più parlare, ma esclusivamente alla mano dell'uomo, che praticando la pesca eccessiva del pesce ne ha ridotto la presenza nelle acque mediterranee del 70% negli ultimi 30 anni. 

Tale livello di riduzione dell'esemplare sarebbe dovuto alla consuetudine dell'uomo di catturare esemplari giovani che non hanno ancora raggiunto la taglia di riproduzione, rendendo estremamente difficile il recupero biologico di una specie fortemente sfruttata. 

 

Per far fronte a tale problema, Oceana fa appello alla Commissione Europea e agli Stati Membri che condividono le acquee del Mediterraneo per promuovere un piano di recupero del pesce spada che sia robusto e trasparente, che consenta di recuperare la specie a livelli sostenibili e che sia quindi adottato dalla Commissione Iccat il prossimo novembre.

"E'arrivato il momento di mettere fine alla sovrapesca e riportare la popolazione di pesce spada nel Mediterraneo a livelli sostenibili ", dice Lasse Gustavsson, Direttore Esecutivo di Oceana in Europa. "Vogliamo assistere alla messa in atto di un piano di recupero senza ulteriori ritardi e che, insieme ad altre misure, definisca quote per il pesce spada. Sappiamo che questo tipo di piani di recupero robusti hanno funzionato per popolazioni simili quali il pesce spada dell'Atlantico o il tonno rosso". 

 

Si spera che i provvedimenti necessari vengano presi al più presto, in quanto sui danni ambientali causati dalla pesca grava una pesante impronta dovuta all'eccessiva presenza di pesca illegale, nel Mediterraneo come in diverse acque di tutto il mondo. L'uomo, con il suo modus operandi assolutamente irrispettoso di fauna ed ambiente, si conferma un'ulteriore volta come la più dolorosa piaga di cui abbia mai patito il Pianeta Terra.

 

Marco Bellatore

 

Fonte: ansa.it

 


Scrivi commento

Commenti: 0