Il bônet, dolce alla piemontese per eccellenza

Il bonet è un budino di antichissima tradizione che appartiene, per il metodo di preparazione e di cottura, alla grande famiglia delle “creme caramel”, diffuse in tutta Europa e di cui fa parte anche la notissima crema catalana. 

Da gustare freddo, questo tipico dolce piemontese, più precisamente delle Langhe, ha origini molto antiche. Alcuni documenti delle corti minori del Piemonte fanno riferimento al dolce o ai suoi parenti più prossimi come tradizionali già nei banchetti del XIII secolo.

In piemontese il termine bonet significa cappello o berretto tondeggiante. Più propriamente, nell’antichità, voleva dire berretto da notte.


Ingredienti:

  • 1 l di latte
  • 250g di zucchero
  • 8 uova intere
  • 100g di cacao
  • 150g di amaretti
  • Rhum
  • Caffè

Preparazione:

 

Scaldare il latte con gli amaretti, il caffè e il rhum.

 

Sbattere le uova intere con lo zucchero e aggiungere il cacao. Unire il latte tiepido e mescolare molto accuratamente.

 

Far caramellare dello zucchero per rivestire il fondo e le pareti di uno stampo, lo zucchero dovrà assumere un colore molto scuro prima di essere versato nello stampo.

 

Vuotare il composto nello stampo.

 

Cuocere a bagnomaria in forno per circa un’ora controllando che il bagnomaria non arrivi a bollire.

Togliere dal forno, lasciar raffreddare e mettere in frigorifero.

 

Capovolgere lo stampo su un piatto di portata, guarnire con panna montata e piccoli amaretti interi.

 

Gustare il dolce in compagnia!

 

Luca Casile

 


Scrivi commento

Commenti: 0