Semi di Chia: così piccoli, ma così speciali

semi di chia sono i semi della pianta Salvia Hispanica, originaria del Guatemala e del Messico, dove viene tutt’oggi ampiamente coltivata.

 

I popoli Maya e Aztechi li utilizzavano quotidianamente nella loro alimentazione e li consideravano una preziosa fonte di forza e energia.

 


Infatti, come tutti i semi, sono caratterizzati da un elevato contenuto calorico e bisogna

consumarne in piccole quantità pari a circa 25 grammi al giorno per ottenere:

  • Calorie: 123 kcal;
  • Carboidrati: 11 g;
  • Fibra: 9.5 g;
  • Proteine: 4 g:
  • Grassi: 7.8 g di cui circa 4 g sono rappresentati dagli omega 3;
  • Colesterolo: 0 mg.

 

 Le fibre sono presenti in quantità elevate, sono in grado di assorbire acqua diventando gelatinose e limitando l’assorbimento di zuccheri e grassi a livello intestinale. Inoltre, le fibre favoriscono il senso di sazietà e aiutano la regolarità intestinale.

Buona parte della quota lipidica è rappresentata dai grassi essenziali omega 3, definiti essenziali perché devono essere necessariamente introdotti con l’alimentazione,

svolgono numerose funzioni benefiche sul nostro organismo:

  •  Abbassano i trigliceridi e il colesterolo nel sangue;
  • Abbassano la pressione sanguigna;
  • Hanno attività anti infiammatoria;
  • Proteggono contro le malattie cardiache, il diabete, l’artrite, le malattie autoimmuni e il cancro.

 

 I semi di chia rappresentano una buona fonte di aminoacidi e proteine e contengono un’ampia varietà di minerali, quindi sono considerati un valido aiuto per gli atleti e i soggetti che praticano sport.

Tra i minerali, questi semi sono particolarmente ricchi di calcio (631mg per 100 grammi) prontamente disponibile risultando un’ottima fonte per persone intolleranti al lattosio, in meno pausa o per le persone anziane.

Altri minerali presenti sono fosforo, ferro, potassio, manganese, zinco e sodio mentre per quanto riguarda le vitamine sono principalmente presenti quelle del gruppo B.

 

Oltre le proprietà benefiche legate ai macro e micro nutrienti, sono presenti numerosi composti attivi come quercetina, campferolo e miri cetina che svolgono attività antiossidante, antinfiammatoria, antitumorale e attività antitrombotica.

I semi di chia possono entrare facilmente nella nostra alimentazione quotidiana, ecco alcuni consigli per utilizzarli ogni giorno:

  • Condimento per insalate, contorni o secondi piatti;
  • Aggiunti in yogurt o frullati;
  • Utilizzati come ingredienti per pane, dolci, biscotti;
  • Aggiunti all’acqua per creare una bevanda depurativa ed energizzante.

 

 Sono semi senza sapore, quindi sono in grado di aggiungere benefici senza alterare il gusto degli alimenti cui li aggiungiamo.

 

Chiara Longobardi

 

Fonti: wikipedia.it; authoritynutrition.com; nutritiondata.self.com; ncbi.nlm.nih.gov

Scrivi commento

Commenti: 0