Cioccolato e vino per il benessere del nostro intestino: non è un proverbio, è la realtà

Molti esperti ritengono che la microflora batterica intestinale debba essere maggiormente studiata per l'influenza che può avere sul nostro benessere, al fine di scoprire nuove terapie che possano curare malattie gastrointestinali.

Per questo, sono stati effettuati due diversi studi da parte di ricercatori belgi ed olandesi per valutare gli effetti che il consumo di determinati alimenti può avere sulla microflora intestinale.

 

I due studi, i cui risultati sono stati pubblicati sulla famosa rivista scientifica Science, si sono proposti di analizzare le feci di un considerevole campione di volontari, al fine di individuare quali batteri fossero associati al benessere delle persone. Essi hanno infine presentato una dettagliata analisi sui microbi abitanti il nostro intestino, rivelando quali alimenti fanno bene e quali fanno male.

In particolare, in Belgio veniva sottoposta ai partecipanti una dieta più ricca di cioccolato e birra, mentre in Olanda la dieta prevedeva un maggior consumo di latticini e vino.

Al termine dello studio, è stato reso noto che anche la più piccola variazione dell'alimentazione può avere un effetto importante sulla nostra salute, e che alimenti come vino rosso, cioccolato, latte, burro e caffè aumentano la biodiversità della flora batterica e di conseguenza sono benefici per l'intestino. Contrariamente, è stato evidenziato che una dieta ricca di carboidrati presenta l'effetto opposto. 

Possiamo dunque dire che maggiore è la biodiversità della flora batterica, maggiore è il livello di benessere dell'intestino.

Oltre alla funzione positiva sulla microflora intestinale e sul sistema cardiocircolatorio dovuto alla presenza dei flavonoidi, il cioccolato, specialmente quello fondente, avrebbe effetti benefici sulle funzioni cognitive del nostro cervello se mangiato regolarmente, almeno una volta alla settimana. 

Questo risultato è stato infatti reso noto da una ricerca effettuata alla University of South Australia, di cui avevamo già parlato in un nostro recente articolo

 

Si prospetta quindi un futuro ricco di ricerca per arrivare magari un giorno a poter curare alcune malattie con il solo utilizzo di un adeguato regime alimentare; ma per ora gli studi hanno bisogno di maggiori avanzamenti.

 

Bellatore Marco

 

Fonte: repubblica.it

 


Scrivi commento

Commenti: 0