Philadelphia Cheesecake: la torta fredda amata dagli Americani

Ingredienti:

 

180 g di biscotti con farina integrale e zucchero di canna (Digestive) 

 

100 g di burro 

 

500 g di Philadelphia o formaggio spalmabile

 

120 g di zucchero a velo (in sostituzione si può utilizzare anche lo zucchero semolato) 

 

 

Gelatina in fogli (confezione da 12 g)

 

200 g di panna 

 

200 g di frutti di bosco misti 

 

Mezzo limone 

 

Preparazione

 

Per preparare la nostra torta fredda tipica americana abbiamo bisogno di una confezione di biscotti Digestive, particolari per contenere farina integrale e zucchero di canna. Inseriamo i nostri biscotti all'interno di un frustino elettrico, accompagnati da 100 g di burro a cubetti (meglio toglierlo dal frigo 5 minuti prima) fino ad ottenere un composto farinoso. 

In una teglia di diametro di 22 cm, imburrata e foderata con carta da forno, creiamo la nostra base aiutandoci con un cucchiaio, meglio con le mani per permettere al burro di sciogliersi e di amalgamare i biscotti tritati. 

 

I nostri biscotti macinati con burro dovranno essere ben aderenti alla teglia in modo da creare un piano omogeneo appoggiato sulla carta da forno. La figura a lato rappresenta il passaggio precedentemente citato. 

 

La nostra base deve raffreddare in freezer per circa mezz'ora in modo che il composto si raffreddi e diventi stabile. 

 

Il prossimo passaggio da effettuare è la creazione della crema di Philadelphia. Ci servono semplicemente 500 g di formaggio spalmabile uniti a 50 di zucchero a velo, il tutto montato mediante l'utilizzo del frustino elettrico. Dopo una manciata di secondi la nostra crema sarà pronta, ma nel frattempo svolgiamo un'altro passaggio fondamentale per raggiungere il risultato desiderato. 

 

Prendiamo la nostra gelatina in fogli e la facciamo ammorbidire in acqua per circa 10 minuti, dopo di ciò la inseriamo all'interno di un pentolino in cui facciamo scaldare anche due cucchiai di panna. Questo passaggio è fondamentale per ottenere la solidità e la stabilità che caratterizzano tutte le cheesecake. 

 

Facciamo raffreddare per qualche minuto il nostro pentolino con panna e gelatina in fogli, in seguito inseriamo al suo interno circa 70 g di zucchero a velo per montare la panna, come detto anche in precedenza lo zucchero a velo può essere nel caso sostituito con zucchero semolato. 

 

La panna che abbiamo montato possiamo finalmente unirla alla crema di Philadelphia che abbiamo precedentemente preparato all'interno di un contenitore piuttosto capiente, in seguito mescolare dall'alto verso il basso per far sì che la panna non si smonti. 

Appena il nostro composto raggiunge una composizione omogenea, lo inseriamo all'interno della teglia dove precedentemente abbiamo creato la base di biscotto. 

 

La figura a lato mostra il risultato che dobbiamo ottenere nel passaggio precedentemente citato. 

 

La nostra teglia dovrà andare in frigo dalle 4 alle 6 ore, ancor meglio se per tutta la notte. Proprio per questa ragione la cheesecake è un dolce che dev'essere necessariamente preparato il giorno prima per poter essere servito l'indomani. 

 

Dopo aver passato una piacevole nottata, la mattina ricordiamoci la nostra cheesecake nel frigo e continuiamo la nostra preparazione attuando quelli che sono gli ultimi passaggi

In un pentolino dalle dimensioni contenute facciamo scaldare 200 g di frutti di bosco misti, uniti a ad un cucchiaio di zucchero semolato e un cucchiaio di succo di limone ricavato dalla metà che ci siamo procurati in precedenza. 

 

Dopo aver scaldato i nostri frutti di bosco, non commettiamo l'errore di inserire il tutto immediatamente sopra la torta, poiché il calore del succo potrebbe danneggiare la fragranza assunta dal biscotto della nostra torta. 

 

Per questa ragione facciamo raffreddare a temperatura ambiente i nostri frutti di bosco e il succo al loro interno per circa mezz'ora, e quando siamo pronti per servire il nostro dolce in tavola possiamo versare il tutto sopra la nostra crema di Philadelphia ed abbellire la buonissima torta a nostro piacimento. 

 

Vi auguriamo un buon divertimento, ma soprattutto buon appetito!

 


Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Randa Heppner (venerdì, 03 febbraio 2017 06:51)


    Wow, this paragraph is fastidious, my sister is analyzing these things, so I am going to inform her.