Macerata: crescita dei prodotti locali, lo zafferano in pole position

Macerata si candida come una delle città più innovative ed all'avanguardia sulla promozione della tipicità dei propri prodotti. 

 

Un progetto ed un'idea davvero ambiziosa quella promossa dalla Coldiretti Macerata, la quale ha deciso di sostenere la crescita di una filiera locale organizzando un corso di coltivazione dello zafferano, rivolto a tutti coloro interessati ad intraprendere la produzione della tanto ambita spezia

 

I dati raccolti dalla Coldiretti lasciano pensare ad un idea estremamente interessante viste che le aziende agricole produttrici di zafferano sono diventate circa nuda decina, aggiungendo ad esse una trentina di piccoli produttori hobbisti. La superficie utilizzata corrisponde a circa 2 ettari (circa il 5% del totale nazionale) con una raccolta di quasi 2 chili di pistilli all'anno. 

 

Il bacino di produzione si concentra principalmente nell'Ascolano e nel Maceratese, ma lo sviluppo dei prodotti locali deve affrontare le difficoltà e gli ostacoli presenti all'interno del mercato, rappresentati maggiormente dalla concorrenza sleale del mercato estero. 

 

Proprio quest'ultimo negli ultimi anni hanno condiviso dati che mostrano una raccolta di pistilli che supera i 61 mila Kg, ma spesso di qualità estremamente bassa. 

 

Nonostante le difficoltà e la slealtà della concorrenza, è giusto promuovere e sviluppare la tipicità dei prodotti di una dei paesi più ricchi sotto l'aspetto alimentare

 

Tamion Jacopo

Fonte: Ansa.it, GreenMe.it

 


Scrivi commento

Commenti: 0