Menti brillanti? La soluzione è il cioccolato

Un gruppo di ricercatori australiani, della University of South Australia, hanno condotto uno studio che potrebbe far felice gran parte della popolazione mondiale. Il cioccolato, fondente o al latte, potrebbe potenziare le funzioni cognitive se mangiato regolarmente, almeno una volta a settimana. Avete sentito bene! Ciò che spesso escludiamo dalla nostra alimentazione a causa dell'alto tasso calorico, potrebbe invece migliorare la nostra intelligenza. Gli studiosi hanno voluto osservare se vi fossero effetti a lungo termine sulle nostre funzioni conoscitive considerando i consumi di cioccolato di 968 individui di 23-98 anni nell'arco di 30 anni, somministrandogli periodicamente dei questionari alimentari semplicemente da compilare. I test cognitivi sottoposti ai partecipanti riguardano diversi ambiti come memoria visiva, di lavoro, verbale e molti altri, grazie ai quali con il proseguo degli studi è emerso che un consumo settimanale di cioccolato è associato ad un miglioramento di tutti i campi riguardanti la cognizione. Le buone notizie non sono finite, poiché tutti i tipi di cioccolata sembrano in grado di apportare questi inaspettati miglioramenti, e questo starebbe a significare che l'effetto potrebbe essere dovuto non solo al contenuto in flavonoidi, che varia in base al tipo di cioccolata, ma anche grazie alla presenza dei restanti componenti. Adesso non sarà più una scusa per dare sfogo alla propria golosità, la cioccolata soddisferà il nostro palato e anche la nostra mente! 

 

Tamion Jacopo

 

Fonti: Ansa.it

 


Scrivi commento

Commenti: 0