FAO: Sosteniamo la commercializzazione del pesce 

Si è tenuto ad Agadir, in Marocco, l'incontro promosso dalla FAO con le delegazioni dei ministeri della pesca provenienti da addirittura oltre 50 paesi, insieme anche agli operatori del settore. I temi trattati e discussi hanno portato alla creazione di nuove regole di sostenibilità per la commercializzazione di pesce, promosse anche mediante l'incremento dell'acquacoltura nel mondo. E' stato stabilito come il pesce rappresenta un alimento che fornisce alla popolazione mondiale circa il 17% delle proteine animali. L'espansione del mercato ittico e la sua globalizzazione ha richiamato l'esigenza di dover dettare delle nuove regole riguardanti la rintracciabilità (informazioni utili per poter risalire al produttore del prodotto), le condizioni di lavoro, ma anche un adeguamento commerciale in base alle modifiche della domanda, delle abitudini di consumo e del rapido aumento dei supermercati.

La FAO ha voluto fortemente questo dibattito per poter aiutare i paesi in via di sviluppo ad integrarsi in maniera forte e stabile all'interno del settore. L'agenzia delle Nazioni Unite ha proposto anche una prima bozza delle Linee Guida tecniche da utilizzare, le quali riguardano le documentazioni di cattura, facilitando così la tracciabilità del prodotto lungo la filiera produttiva, portando aiuti e agevolazioni a favore della lotta alla pesca illegale. I ministri hanno dichiarato di voler trovare un accordo riguardante le Linee Guida, specificando come prima di qualsiasi decisione è importante migliorare la collaborazione e l'armonizzazione internazionale poiché spesso, produzione, lavorazione, trasformazione  e il consumo finale di pesce avviene in paesi del tutto differenti. 

 

Tamion Jacopo

 

Fonte: ansa.it

 


Scrivi commento

Commenti: 0