L'olio d'oliva contro il diabete

Arrivano buone notizie da uno studio condotto da un gruppo di ricercatori della Società Italiana di Diabetologia, i quali hanno dimostrato come l'uso dell'olio di oliva aiuti a controllare e ad impedire la formazione di picchi di glicemia nei soggetti con diabete di tipo 1 (diabete caratterizzato dalla distruzione delle cellule Beta-Pancreatiche e dall'insufficienza d'insulina). Condire gli alimenti con olio d'oliva, può inoltre aiutare a proteggere l'apparato cardiocircolatorio dalle complicanze che si riscontrano da questa malattia. Le impennate che può raggiungere il livello glicemico dopo un pasto a base di carboidrati può comportare dei veri e propri rischi, e ad oggi per controllare queste impennate viene raccomandata la "conta dei carboidrati" ogni qualvolta viene consumato un piatto calorico. Tuttavia i responsi dei pazienti non sembrano essere positivi poiché risulta non essere sempre efficace nel controllo dei valori glicemici ottimali, nonostante l'impegno profuso da quest'ultimi. Dallo studio appare chiaro che l'olio d'oliva rappresenti il condimento perfetto anche per coloro che non hanno il diabete, poiché in grado di combattere con estrema efficienza fattori di rischio di malattie cardiovascolari che sono, purtroppo, diffusi nella maggioranza delle persone che hanno superato la mezza età e sono oggi sempre più comuni anche nei giovani adulti. 

 

Tamion Jacopo

 

Fonte: ansa.it

 


Scrivi commento

Commenti: 3
  • #1

    Valter (martedì, 23 febbraio 2016 09:40)

    Facendo riferimento all'articolo, ci sono differenze fra l'olio di oliva normale e quello extravergine ?

  • #2

    Jacopo (martedì, 23 febbraio 2016 10:16)

    Non sono presenti particolari differenze poiché l'aspetto che agisce contro le impennate glicemiche è la presenza di acidi grassi insaturi all'interno dell'olio vergine ed extravergine. Proprio la presenza di questi composti limita i rischi cardiovascolari, sulla pressione arteriosa e agisce addirittura sui livelli del colesterolo. Altri composti molto importanti sono i Polifenoli, i quali grazie al loro alto potere antiossidante aiutano a prevenire l'arteriosclerosi.
    Grazie Valter per aver commentato.

  • #3

    Valter (martedì, 23 febbraio 2016 11:50)

    Grazie della risposta